Donne pirata nella storia - I

La saga dei “Pirati dei Caraibi” è piena di personaggi femminili coraggiosi e ricchi di fascino. Elizabeth Swann interpretata da Keira Knightley o Angelica Teach alias Penelope Cruz e tanti altri personaggi minori quali Tia Dalma, Annamaria o la signora Ching.

Nella storia le donne pirata non mancano di certo e non sono meno impavide e crudeli dei loro compagni di sesso maschile.

Grace O’Malley

Senza dubbio la più famosa donna pirata irlandese. Nata nel 1530, viene spesso definita “La regina del mare di Connemara”. Dopo essere rimasta vedova giovanissima, iniziò ad attaccare gli altri clan con la flotta paterna.Tra i tanti ricordiamo un aneddoto che la riguarda: nel 1576 recatasi a Dublino per un visita di cortesia presso i baroni del castello di Howth si vide chiudere le porte in faccia con la scusa di essere arrivata per ora di cena. Per tutta risposta Grace rapì il figlio del barone accettando di rilasciarlo solo con la promessa di tenere sempre aperti i cancelli del castello e di aggiungere un posto in più a tavola ad ogni pasto. Questa tradizione viene mantenuta anche oggi.

Fonte: Flickr

Rachel Wall

Nata nel 1760, Rachel Schmidt non crebbe in un ambiente piratesco. È l’incontro con il marito George Wall a cambiarle la vita. Rachel e la sua ciurma iniziarono a depredare navi pochi anni dopo a largo delle coste del New Hampshire con la scusa di chiedere aiuto. Riuscirono a depredare più di 12 navi. Fu arrestata pochi anni dopo per il furto di un cappello.

Mary Read

Una donna divenuta una leggenda che ha creato un personaggio tuttora popolarissimo. Mary Read (1690-1720) venne spesso raffigurata con abiti maschili: già da bambina la madre la travestiva e da allora quello diventò il suo tratto distintivo a bordo.  Durante un viaggio nelle Fiandre conobbe il soldato Fleming e lo sposò ma questa è soltanto la prima delle relazioni a lei attribuite tra le quali quella con Anne Bonny, sua compagna di avventure insieme al pirata Calico Jack. È proprio insieme a loro che venne catturata nel 1720 per poi morire di febbre in prigione.

Fonte: Wikipedia

Anne Bonny

In coppia con Mary Read viene considerata l’emblema della donna pirata. Ben prima dell’incontro con Mary, Anne seppe distinguersi per l’abilità con la pistola ed il carattere fiero e volitivo. Diseredata dal padre per la relazione con il marinaio James Bonny ben presto lo abbandonò e si legò al pirata John Rackman anche detto “Calico Jack”. Navigando con lui incontrò Mary e da allora il trio divenne inseparabile fino alla cattura del 1720.

Fonte: Wikipedia

Ching Shih

Chiudiamo la prima carrellata di donne pirata con una protagonista venuta dal lontano Oriente. Ching nacque nel 1775 e sposò il pirata Cheng Yi nel 1801. Alla sua morte fu lei a dover guidare la flotta. Ci riuscì con successo, rendendo la “Flotta della bandiera rossa” una delle più potenti del tempo, in grado di sconfiggere più di 60 navi della Marina imperiale.

Notate qualche somiglianza con uno dei personaggi della saga? In effetti è proprio a lei che si ispira la figura della signora Ching, uno dei 9 membri del consiglio della Fratellanza, in “Ai confini del mondo”.

Fonte: Disney

Condividi le notizie del blog per accumulare i dobloni della fortuna e provare a vincere pirateschi premi ogni giorno diversi!
Con UCI CINEMAS puoi vincere

Concorso valido dal 18 maggio al 14 giugno 2017. Estrazione entro il 30 giugno 2017. Montepremi totale € 9.444,70 € (iva inclusa) – Leggi il Regolamento